Al San Raffaele Termini bilancio positivo per la giornata nazionale della sordità

 

Bilancio estremamente positivo per la "Giornata Nazionale per la Prevenzione e la Lotta alla Sordità", che si è svolta il 20 aprile ed alla quale ha aderito l'IRCCS San Raffaele offrendo ai cittadini la possibilità di effettuare una valutazione clinica gratuita dell'udito presso l'ambulatorio di audiologia del Centro Diagnostico San Raffaele Termini... Ce ne parla il prof. Davide Tufarelli, Responsabile dell'Unità Operativa di Riabilitazione Otorinolaringoiatrica dell'IRCCS San Raffaele di Roma: "Questa iniziativa è molto importante - spiega Tufarelli - perché il problema della ipoacusia (sordità, ndr) è sempre più frequente per una serie di motivi. Rispetto agli anni passati, infatti, c'è un maggior tasso di sopravvivenza dei nati prematuri, i quali però portano con sé dei problemi tra i quali quello della sordità. Basti pensare che ben il 7% di questi bambini ha problemi di udito. Dall’altra parte c'è un aumento delle senescenze fisiologiche per gli anziani e in questo caso è aumentata l’esigenza stessa della qualità della vita di queste persone che chiedono sempre più di poter sentire normalmente. Nella fascia intermedia - continua Tufarelli - tra gli adulti, cioè, la causa principale dei problemi all’udito è la rumorosità da inquinamento acustico, soprattutto nei grandi centri urbani. Il problema della ipoacusia non va sottovalutato perché intacca proprio la comunicazione fondamentale nella società di oggi". "Stamattina - conclude Tufarelli - il numero delle persone che si sono presentate per una visita di controllo è stato superiore alle aspettative. Per affrontare meglio il problema della sordità bisogna favorire la cultura della prevenzione, da sviluppare non solo nella società ma soprattutto nella famiglia".

 

 

 

 

Vota questo contenuto