Le attività ricreative rallegrano la vita quotidiana al San Raffaele Rocca di Papa

Dolci fatti in casa, canzoni e tanta voglia di stare insieme. Sono questi gli ingredienti che hanno condito la festa svoltasi la scorsa settimana, 25 maggio, alla casa di cura San Raffaele Rocca di Papa.
Protagonisti assoluti i pazienti e, soprattutto, le pazienti che hanno partecipato a questa originale gara di cucina insieme agli operatori della struttura ed ai loro familiari.
A vincere è stata un’anziana signora: il suo ciambellone ha ottenuto il massimo dei voti dalla “giuria gastronomica” costituita dagli invitati alla festa. Inutile dire che anche tutti gli altri concorrenti hanno avuto il piacere di vedere le proprie delizie mangiate fino all’ultima briciola.
E dopo la parte culinaria, è toccato al karaoke musicale fare da sottofondo a questo lungo pomeriggio di festa.

La “gara di dolci fatti in casa” è inserita nel quadro della “terapia sociale”, una forma di assistenza che riserva ampio spazio alle attività ricreative che costituiscono parte integrante della vita quotidiana.
In esse vengono coinvolte, oltre alle figure assistenziali proprie della struttura, anche volontari e familiari degli ospiti che, singolarmente o in gruppi, desiderano allietare e vivacizzare la vita dei residenti.

Vota questo contenuto